Progetto 31 ciack si gira – film – come roccia nel vento

Il film ‘ Come roccia nel vento’, co/prodotto dalla nostra Associazione insiene alla MAITRI ONLUS è girato il Ladakh. Questo lungometragio  fa parte degli eventi collaterali alla mostra sul Tibet che realizziamo in Biblioteca Nazionale.

E’ stata una grande esperienza, Io e Alejandro siamo prima andati nel sud dell’India a Bylakuppe dove abbiamo lavorato ai progetti e incontrato Sua Santità il Dalai Lama.

Dopodichè siamo partiti con Namgyal e Phurpa, due dei miei figli, per Delhi dove abbiamo incontrato Antonio, Marco e Luca. Ci siamo poi avviati al volo per Leh.

A Leh siamo stati ospiti del nostro grande amico Lama Chogyal, presidente della Ladakh Heart Foundation, che ci ha anche indirizzato verso le mete più interessanti dove girare le scene del film e ci ha aperto le porte di alcuni monasteri dove si sono potute realizzare riprese inedite.

avendo solo 8 giorni per le riprese antonio ha ‘assoldato’ me, Alejandro, Phurpa, Namgyal e lama Chogyal come attori non professionisti. Il nostro lavoro è stato anche quello di organizzare gli spostamenti, finanziare il bus, e utilizzare Namgyal come interprete per i personaggi e le comparse presi sul posto.

hanno partecipato, come attori e comparse non professionisti:

Mario Alejandro Buonpensieri – lama Phurpa – Marco Vergnano,lama Chogyal, Giovanni Carlo Rocca, Namgyal Tsewang, il piccolo monaco, il nonno incontrato nell’ospedale di Leh, il vecchio monaco incontrato in un monastero, il monaco di un monastero (non conosciamo i nomi) la bimba che interpreta la figlia di Antonio

attore protagonista e regista Antonio Palese

Cameramen Luca Umile

si ringraziano

tutti coloro che ci hanno creduto e collaborato e in particolar modo Simone Ronco che, con la sua associazione MAITRI ONLUS ha finanziato i biglietti aerei della troupe

 

IL FILM E’ STATO PROIETTATO IN ALCUNE SALE TRA LE QUALI:

FILM COMMISSION TORINO

CINEMA MASSIOMO TORINO

SALA DEL CECCHI POINT DI TORINO

SALA A CARMAGNOLA

ALTRE INFO SULLA PAGINA FACEBOOK DEL FILM DOVE E’ POSSIBILE VEDERE ANCHE IL TRAILER

https://www.facebook.com/Come-roccia-nel-vento-961264007218434/

 

SINOSSI

India, città di Leh, un professore di storia ospite del re della regione del Ladak incontra due restauratori d’arte che appassionati della cultura tibetana si trovano nella zona per convincere il re a recuperare una preziosa opera. Il professore seguendo una leggenda è alla ricerca di una campana prodigiosa capace di guarire qualsiasi malattia. Egli incontrerà diversi monaci buddisti che anziché dargli indizi su dove trovare la campana lo porteranno a riflettere sul significato della morte e sulla probabile inesistenza dell’oggetto del suo viaggio.

 

STORIA DEL FILM

Lo scorso luglio 2013 abbiamo intrapreso un viaggio verso le catene montuose del Karakorum e dell’Himalaya, con l’obiettivo di realizzare un lungometraggio, sostenuto dall’Associazione Maitri e dall’Associazione Purple Middle Way, che si occupano di progetti solidali aiutando, tra gli altri, i profughi tibetani in India.

Il viaggio è durato solo otto giorni e ci ha portato nella regione del Ladakh, precisamente nella città di Leh. In questa città il Lama Chogyal è riuscito a costruire un ospedale raccogliendo fondi in giro per il mondo; Purtroppo la struttura necessita ancora di molte attrezzature e ad oggi l’ospedale riesce a curare malattie per le quali la gente moriva fino a poco tempo fa. Il nostro intento era di girare un film che potesse mostrare al mondo quei luoghi di elevata spiritualità e allo stesso tempo potesse raccogliere fondi per ultimare l’ospedale.

Otto giorni erano pochi anche solo per realizzare un documentario ma il nostro intento era quello di raccontare una storia, quindi adattandoci alle situazioni e coinvolgendo la gente del posto abbiamo girato azioni e scene, tenendo fede ad una struttura drammaturgica in continuo cambiamento. Visto le difficoltà legate al luogo e alla lingua, abbiamo deciso di non registrare l’audio e di doppiare il film una volta tornati in Italia.

 

                 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *